"Here’s love, disguised as a mop." Peter Gray

About the breed

Like its close relatives Bichon Frisé, Maltese, Bichon Havanais, Coton de Tuléar and Lowchen the Bolognese emanates from dogs kept as companion dogs by rich and influential people residing in the Mediterranean area. Aristoteles (348-322 BC) mentiones small white dogs as “canes melitenses”. During the renaissance noble families as the Gonzagas and the Medicis are known to have bred bolognese in their palatal estates. The  affectionate and playful character, beautiful looks and lovely coat made the bolognese dogs a favourite of the aristocracy. They were not sold but given away as treasured gifts. Cosimo di Medici (1389-1464) is known to have sent eight bolognese puppies to Belgium where they were given to mighty and rich nobles.  Philip II of Spain was given two bolognese by the duke of Este and wrote about this as the “most royal of gifts for a royal”.

The Duchess of Alba,
Painting by Francisco de Goya

 Federico II Gonzaga

Other historical  personalities that have kept bolognese include Madame de Pompadour (1721-1764), Catharine the Great of Russia (1729-1796), Maria there Empress of Austria (1717-1780). There are bolognese pictured together with their owners in works by Titian, Goya, Breughel and other painters.

                                                                                                                                                                                                   

The breed has always been and still is an exclusive breed kept and bred by a few enthusiasts. This  is a pity that the breed is not more well known as its qualities makes it a perfect family dog! The bolognese is suitable for families with children and usually accepts other pets as cats, rabbits and parrots! It is easy to train, seldom barks and does not shed! Although it does not need a lot of exercise it loves to follow its master for a walk. It has no urge to hunt so if conditions permit it can be let off the leash. It is a healthy breed with an expected life span of 8-12 years.

 


Condesa de Chin-Chon 1783                                                                                                                                 Countess Spencer with daughter 1759

The coat needs to be combed and bathed regularly. Handled correctly this is not very difficult or time consuming and ensures that you have a clean, fluffy  dog that smells nice and no hair on your clothes or floor!

Showing the breed is rather easy as a correct bolognese has a narcissistic trait that makes him or her want to show how beautiful a bolognese can be! Ideally the breed should be shown with the handler standing in front of the dog, not kneeling beside it. The later procedure spoils the outline of the small dog.

 

Coatcare -soon in English

Thank you Maria-Louisa (Radamantino) for letting us copy this text.

 Mantenere in buone condizioni il mantello del Bolognese comporta un modesto impegno rispetto alle altre razze a pelo lungo. Ecco alcuni consigli per donare al vostro amico un pelo sano, pulito e rigoglioso!

Pulite quotidianamente occhi e baffi con un batuffolo di cotone imbevuto di acqua borica. Questa operazione eviterà che il pelo si ossidi e quindi ingiallisca.
 
 
Pettine e spazzola alla mano. Sul pettine puoi vedere alcuni peli già rimossi
Disponi la mano libera alla radice del pelo e pettina via. Fai attenzione agli eventuali grovigli e ai nodi, non tirare troppo forte!
 
Procedi dalla coda verso la testa. Non tralasciare i piedini
Una volta finito il lavoro con il pettine, completa con la spazzola
 

-Primavera ed autunno sono i periodi in cui dovrete prestare maggiore attenzione al pelo.
Sono questi infatti i momenti in cui avviene il cambio di mezza stagione,e il pelo morto può formare dei nodi che, una volta bagnati, sarà assai difficile districare.

-Pettinate il vostro Bolognese soprattutto prima di fargli il bagno. Procedete pettinando prima il pelo sottostante, poi risalite verso l'alto e verso la superficie.
Per questa operazione può esservi utile un cardatore, quella spazzola di forma squadrata con morbide setole in ferro.

-Dopo aver effettuato lo shampoo, applicate del balsamo diluito con acqua tiepida.
Lasciate in posa per 2-3 minuti, durante i quali pettinerete sommariamente il mantello, quindi passate al risciaquo. Il balsamo facilita la pettinabilità del pelo.

-Tamponate il mantello senza frizionare,dopodiche trasportate il vostro amico sopra un tavolo.

-Ora passate all'asciugatura con il phon, meglio se contropelo, per favorire la formazione dei caratteristici boccoli.

-Una volta che il mantello sarà asciutto, potete applicare un antistatico: anche questo è un piccolo trucco per aiutare la formazione dei boccoli.

Tenete comunque presente che non tutti i Bolognesi hanno la stessa tessitura e la stessa foltezza di pelo. Queste caratteristiche variano da soggetto a soggetto e in relazione
all'età.

Il pelo del cucciolo è diverso dal pelo del cane adulto. Essendo poco folto e non ancora riccio, richiede una cura minima. E' indispensabile però abituare fin da piccolo il cucciolo ad essere pettinato, altrimenti, una volta che avrà il mantello completo (cosa che avviene intorno agli 11 mesi),vi troverete in seria difficoltà, perchè il cane non ne vorrà sapere assolutamente di stare fermo su un tavolo e di sentirsi tirare il pelo!

Oltre al mantello,vanno curate periodicamente anche orecchie ed unghie.

I cani,a differenza degli esseri umani,hanno infatti una grande quantità di pelo all'interno del canale auricolare. Questo ,a lungo andare,può favorire l'accumulo di sporcizia e,di
conseguenza, provocare l'insorgenza di un'otite. Perciò bisogna liberare dal pelo in eccesso il condotto auricolare,strappandolo con decisione. E' un pò fastidioso per il cane, ma non doloroso.

Infine vanno tagliate periodicamente le unghie,visto che, il nostro animale domestico,in quanto tale,non può limarsele naturalmente. Ma non esagerate: fate attenzione alla vena che è all'interno: se viene recisa fuoriuscirà un grande quantità di sangue e provocherà dolore al vostro amico.

 
Con le apposite pinzette smussate rimuovi i peli all'interno dell'orecchio
Un campione dei peli lanuginosi all'interno del condotto uditivo
 
Applicazione delle gocce per le orecchie
Periodicamente è bene pulire i denti con un spazzolino e un dentifricio adatti, acquistabili dal veterinario o presso un negozio di animali.
 
Per tagliare le unghie usa le apposite tronchesine
Infine una limetta per arrotondare e rifinire
 

Questo è tutto. Vi assicuro che sembra più a dirsi che a farsi. Praticamente,non è altro che l'equivalente di una nostra doccia e manicure!


 

A work for school my daughter did a couple of years back. Opens in PowerPoint.